DAL 1920 SIAMO SOTTO ATTACCO

Quando pensiamo agli agenti segreti, ai servizi segreti, la nostra mente si riempie di improbabili immagini hollywoodiane: un tizio che sotto una muta da sommozzatore del tipo non stagno ha un impeccabile smoking, un altro tizio che cala dal tetto attaccato a una fune. Nulla di tutto questo. Grazie alla bomba atomica una guerra mondiale tra le due superpotenze, il blocco comunista e il mondo occidentale, è diventata improponibile. Abbiamo avuto la cosiddetta guerra fredda. Il problema è che il blocco comunista era protetto dalla cortina di ferro, da una polizia segreta dai sistemi piuttosto ruvidi e da una sterminata ed ecologica Siberia, dove poter sistemare prigionieri di tutti i tipi senza problemi di spazio. Il blocco occidentale aveva la libertà, e nei luoghi liberi le porte sono aperte, e se cerchi di chiuderle sarai aggredito in quanto violi le regole della democrazia. Le regola della democrazia possono sopravvivere solo se la democrazia crede in se stessa e nei suoi valori. Se qualcuno la avvelena, le sue regole di porte aperte permettono la distruzione. Esiste una guerra psicologica, è una guerra molto lenta che impiega decenni e che ha lo scopo di destabilizzare definitivamente la nazione avversaria. Questa destabilizzazione avviene su un piano politico in maniera da far accettare l’ideologia del popolo aggressore come una cosa non così male, non così criminale, in fondo con dei punti positivi, in effetti piuttosto carina, ora che ci penso irrinunciabile. Il secondo punto è sociale: per distruggere un popolo occorre distruggerne le due unità centrali che la famiglia e soprattutto la religione. È sufficiente per questo finanziare film e libri che presentano la famiglia come perdente e la religione come squallida o corrotta. Per poter conquistare il popolo occorre annientare i suoi difensori, e i difensori sono maschi. È necessario quindi criminalizzare i maschi, criminalizzare le caratteristiche fondamentali dei maschi: fare la corte alle donne, proteggere, proteggere il territorio, proteggere i confini.

Il comunismo ha infiltrato il mondo occidentale cominciando a infiltrarne il mondo dello spettacolo e quello accademico. Quanti film avete visto ambientati in un Gulag? Quanti di questi pochissimi avevano un regista di nome o un alto budget? In Italia nessun regista italiano accettò di girare Don Camillo: il film irrideva al marxismo leninismo. Accettò un regista francese . Il senatore Joseph McCarthy si rese conto del pericolo. Immediatamente dopo la seconda guerra mondiale, mentre in Unione Sovietica c’era Stalin, creò una commissione, che in nessun caso inviava la gente in Siberia, eppure i film sulla commissione McCarthy sono enormemente più numerosi, la sproporzione è circa 100 a uno, dei film che rappresentano la tragedia degli sciagurati sudditi degli imperi comunisti. Questa discrepanza è talmente buffa che fa avere il dubbio che forse McCarthy non fosse poi del tutto folle. Quello che McCarthy aveva completamente sbagliato erano i tempi. L’enorme influenza del comunismo sovietico prima e poi quello cinese sugli Stati Uniti si sarebbe manifestata nell’ambito di decenni. Ai suoi tempi non era ancora manifesta. Lo sarebbe diventata dopo, quando era troppo tardi. Il suo tentativo di difesa fu onestamente rozzo, ingenuo fino alla stupidità, e alla fine controproducente, ma ciò non toglie che lui avesse visto giusto.

I due campi che per primi furono colonizzati dalla guerra psicologica sovietica furono l’ambiente dello spettacolo, Brooklyn e Hollywood e l’ambiente accademico.

Il marxismo leninismo cominciò a comparire come qualcosa di tutto sommato accettabile, come una forma estrema di desiderio di giustizia negli ambienti accademici. Negli ambienti artistici l’attacco avvenne aggredendo i grandi valori. Il cristianesimo è sempre ipocrita e squallido. La famiglia è sempre ipocrita e squallida. Il padre di famiglia è sempre un individuo ignobile. Tutto è sporco, squallido, immondo.

Premi manovrati e altro influenzare la cinematografia occidentale anche fare un film su Don Camillo diventa un problema. La potenza del cinema è enorme. Il nostro cervello dispone di due emisferi, uno razionale e un emozionale. E come se dispostissimo di due cervelli, uno che sa che 2 + 2 fa quattro è un altro basato sulla metafora. Il cervello emozionale non distingue il vero dal falso. Il cinema, la televisione, la serie televisiva, la pubblicità, lo stesso documentario che spesso è molto meno neutro di quanto sembri, il cartone animato, vengono interiorizzati dal nostro cervello emotivo come realtà e custoditi per tutta la vita nell’inconscio. Prima di guardare qualcosa pensateci due volte. E prima di permettere che i vostri figli lo guardino, pensateci tre volte.

Cosa è veramente stata la guerra fredda lo stiamo scoprendo adesso. O forse sarebbe più corretto dire adesso lo stiamo mettendo fuoco, perché qualche sospetto c’era stato.

Ci sono quattro frasi con cui si sovverte l’ordine di violazione così da poterla abbattere e di conseguenza conquistare senza sparare un solo colpo. Le nazioni, le civiltà, molto difficilmente muoiono per l’assassinio: molto facilmente muoiono per suicidio. Occorre quindi causare il suicidio. Come si fa? Ma è ovvio, basta spacciar +lo per un diritto : suicidarsi è un tuo diritto io combatterò per la tua libertà di suicidarti, per il tuo diritto di distruggerti.

Con il termine inglese Active measures, (in russo активные мероприятия), misure attive, si intende l’insieme di programmi a scopo di offendere, che includono disinformazione spionaggio propaganda e soprattutto destabilizzazione. Fu compiuta dalla Unione Sovietica già dagli anni 20. Lo spionaggio fu solo una piccola parte è meno importante di tutto questo. Come si destabilizza una nazione? Colpendo i suoi valori, la sua religione, e la struttura base della sua civiltà che ovviamente è la famiglia. La maggioranza delle attività viene fatta alla luce del sole, il festival sua letteratura russa, il festival sui film sovietici, la borsa di studio, l’istituzione di buffissime facoltà. Mi scuso per la scortesia ma sono nata in un’epoca in cui le facoltà erano pochissime e avevano un senso molto chiaro: medicina, legge, lettere, filosofia, chimica, fisica, biologia, architettura, ingegneria, agraria, economia e veterinaria. Si aggiungevano il magistero con pedagogia e il conservatorio. Si tratta di facoltà con una connotazione estremamente chiara e con una frequenza neutra. Gli insegnanti e gli studenti di ingegneria e di medicina possono essere di destra o di sinistra, con una percentuale degli unì degli altri estremamente simile alla percentuale della nazione. Le neo facoltà, tutte senza nessuna eccezione, psicologia, scienza della comunicazione, antropologia, sociologia, sono strani posti dove un tizio che insegna una disciplina di altissimo valore come storia della televisione percepisce lo stesso stipendio di chi insegna anatomia umana normale o diritto privato, ma soprattutto sono luoghi dove una percentuale che oscilla tra il 90 e il 98% ha la stessa fede politica di sinistra. (Le vie della psicologia. Storia e tendenze contemporanee, Roberto Marchesini) Non si tratta quindi di facoltà, ma del braccio disarmato del marxismo leninismo. Subito dopo la facoltà ci sono i media, aborto, divorzio, promiscuità sessuale, uso di droga, abuso di pornografia, perdita dell’identità sessuale, eutanasia, amore folle per un’immigrazione non amica sono descritti come diritti inalienabili. La società muore sotto il peso dell’immoralità, sotto leggi ingiuste che condannano a morte i bambini malati, la famiglia è distrutta, la storia è riscritta è riscritta così da criminalizzare, e questo porta a un popolo di gente isolata, sbandata, infelice che si vergogna della sua storia, una criminalizzazione perpetua che il filosofo francese Pascal Brooklyn ha riassunto nel libro Il singhiozzo dell’uomo bianco. Società aperta, il Congresso per la pace sono gli altisonanti nomi con cui si possono fare ufficialmente sovvenzioni e si possono modificare i media, le università e portare una società a considerare etico il proprio suicidio e immorale il desiderio di avere le proprie usanze. Ci sono anche piccole forme di violenza, il terrorismo delle brigate rosse, ma il punto fondamentale è l’infiltrazione e la distruzione dall’interno della società e della Chiesa. È la Chiesa il nemico storico del comunismo. Per poterla battere sono stati infiltrati elementi al suo interno, la Chiesa è stata sempre più infiltrata di marxismo leninismo, Gesù Cristo è stato sempre più desacralizzato, ridotto a un piccolo rivoluzionario, una specie di sindacalista.

La Cina ha modificato Hollywood, che può sopravvivere solo se i suoi film vengono visti in Cina, possiede enormi percentuali di azioni di casa cinematografiche e dei media USA. I primi due provvedimenti del duo Biden Kamala, sono fondi per l’ aborto, per sterminare i futuri cittadini e l’etica, e la distruzione dello sport femminile, con perdita delle borse di studio, per l’ingresso nei loro spogliatoi e sui loro campi di giocodi maschi che un problema di identità sessuale non li rende meno maschi .

La guerra fredda esste e non sta andando bene: fino ad ora hanno vinto loro. se vogliamo rianlzarci in piedi dobbiamo farlo attraverso i nostri valori.

Commenti