Silvana De Mari: “quello USA non è un vaccino ma un metodo di modificazione genetica”

Suscita perplessità e non poche critiche (ma anche qualche elogio) il presepe installato in Piazza San Pietro (opera del liceo artistico di Castelli, paesino abruzzese in provincia di Teramo e importante centro della ceramica), decisamente diverso da quello degli anni precedenti.

Abbiamo chiesto un’opinione alla dottoressa Silvana De Mari, medico, scrittrice e blogger cattolica. Con lei abbiamo parlato anche di un altro tema scottante: i vaccini.

Dottoressa De Mari, che cosa ne pensa del presepe abruzzese installato in Piazza San Pietro?

“E’ una ingiuria ed un insulto al popolo di Dio e me ne assumo le conseguenze di quello che dico. Cristo si è incarnato per noi e in questo presepe se ne fa una caricatura, una parodia di pessimo gusto. La sola figura che è riuscita bene, paradossalmente, è la pecora, il resto è orribile”.

Che cosa le ricorda?

“Neanche ET, che pure era grazioso, ma Alien nella peggior forma possibile. Questo presepe nasce con l’idea deliberata di deridere i fedeli ed è grave che sia in Piazza San Pietro, una caricatura”.

L’Albero (un maestoso abete rosso alto 28 metri per un diametro di 70 centimetri) che abbellirà piazza San Pietro in questo Natale 2020 arriva, invece, da Kočevje (Slovenia). Il Peccio (così è chiamato l’abete rosso) è considerato da secoli simbolo di fertilità.

Dottoressa passiamo ai vaccini anti Covid. Da medico qual è la sua opinione?

“Il vaccino è un farmaco e come tale ha i suoi effetti collaterali negativi. Ho la sensazione che si sia fatto troppo in fretta e non sia stato sperimentato a dovere. Inoltre, bisogna usare i termini giusti. Non è un vaccino, almeno quello americano, ma un metodo di modificazione genetica”.

Cosa pensa delle Sante Messe della notte di Natale anticipate al pomeriggio?

“Una vergogna. Non è vero che lo Stato abbia imposto, sono stati i vescovi ad anticipare lo Stato. Trovo assurdo che a Milano l’arcivescovo abbia celebrato con il sindaco e non con una rappresentante della base, magari una vecchietta che va a messa ogni domenica, e a Bari la Basilica sia stata chiusa a San Nicola e la sola persona presente era il sindaco. Mi sembra uno snobismo senza pari ed anche la voglia di allearsi col potere politico”.

fonte

Commenti

  1. Assolutamente d'accordo con Lei, Dottoressa: questi sono i mercanti nel Tempio!!!

    RispondiElimina
  2. A me il presepe del Vaticano fa veramente schifo.

    RispondiElimina
  3. Grande dott.ssa De Mari sei veramente stupenda!!

    RispondiElimina
  4. Dottoressa torni a parlarci..ci manca tanto!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento